Fior

Tissi: avvio del progetto di inclusione socio-lavorativa per due detenuti di Bancali

In questi giorni si è avviato a Tissi un percorso di inserimento socio-lavorativo per due uomini sottoposti a pena, in attuazione dell’Art.21 della L. 354/75,  in collaborazione con l’Amministrazione Comunale, la Casa Circondariale di Bancali e il nostro Consorzio che si occupa della gestione degli inserimenti.
Per la prima volta viene attivato un progetto di questo tipo attraverso delle risorse economiche proprie messe a disposizione da un’amministrazione pubblica, quale appunto il Comune di Tissi. Altri enti si stanno muovendo in questo senso e siamo felici di aver inaugurato un processo di buone pratiche che darà benefici molteplici: ai destinatari, che potranno riappropriarsi del proprio progetto di vita attraverso il lavoro al di fuori dal carcere, e a tutta la comunità che beneficerà di questo lavoro (le attività riguarderanno la manutenzione e la pulizia delle aree verdi e degli spazi comuni del paese). L’inclusione parte da qua, dalla relazione fra persone.

Ecco alcuni link alla notizia:

http://www.ristretti.org/Le-Notizie-di-Ristretti/sassari-il-comune-promuove-un-progetto-per-linserimento-dei-detenuti-in-attivita-pubbliche

http://www.videolina.it/articolo/tg/2018/07/16/tissi_accordo_con_il_carcere_di_bancali_detenuti_al_lavoro_nelle-78-750157.html (il servizio su Videolina)

L’articolo de La Nuova Sardegna datato 11.07.2018